Una nuova economia agricola, senza rivoluzioni


Il nuovo mondo ci obbliga a nuove sfide ma non bisogna necessariamente cambiare tutto affinchè nulla cambi. E' possibile una re-interpretazione delle pratiche agricole attraverso l'uso di nuove tecnologie

L'obiettivo del settore agricolo è quello di ottimizzare i processi e gli usi delle risorse, Internet e Tecnologia Ricerca & Sviluppo possono contribuire a questo, si può far crescere il livello di qualità del settore agricolo.

Vorrei sottolineare il fatto però che l'obiettivo non dovrebbe esser l'industrializzazione agricola, ma rendere l'agricoltura piu efficiente, sostenibile e di alta qualità.

Non dobbiamo cercare le rivoluzioni.

Dovremmo cercare la re-interpretazione delle pratiche agricole attraverso l'uso di nuove tecnologie. E questa reinterpretazione deve esser collocata anche in una nuova visione delle zone rurali.

Dalla conferenza annual del Food Otherwise persso University of Wageningen, nei Paesi Bassi il 21 e 22 febbraio del 2014 sono emersi punti circa il rilancio dell'agricoltura come base per il rilancio dell'economia  e dell'ambiente.

Il sostegno di piccola scala, cibo locale : il 70% del cibo del pianeta è prodotto in aziende di piccole dimensioni che utilizzano il 30% delle risorse mondiali, mentre solo il 30% è prodotto su larga scala con un enorme 70% delle risorse mondiali. Bisogna localizzare il cibo e sostenere le aziende agricole di piccole dimensioni ma al 100%. Si inizia a tavola, in famiglia, mangiare insieme, cucinare insieme e insegnare ai bambini circa la buona tavola, circa il buon cibo, la cucina ci avvicina alla cultura e alla natura del territorio. Dobbiamo osservare e imparare della natura, possiamo prendere in prestito i principi ecologici e applicarle in agricoltura, in particolare le interrelazioni funzionali che concorrono a creare a creare un sistema equilibrato (eco).

E' possibile dunque iniziare ad esplorare queste opportunità di sinergia tra tradizione tecnologia in agricoltura, concentrandosi su una zona di interesse o step-by-step, approfondendo ed integrandola con le realtà vecchie e nuove presenti in ogni area agricola e per scoprire esempi e modelli da seguire già presenti in ogni Europa (Allevamento e Agricoltura Smart) e nel mondo di come può esser applicato e sviluppato per la nostra economia agricola.

di Adele Scirrotta

Scrivi commento

Commenti: 0